La peritonite nel cane e nel gatto

La peritonite è una delle malattie che può colpire i cani o i gatti tra le più urgenti, che può diventare letale se non curata tempestivamente.

Spesso ne sentiamo parlare a proposito di esseri umani, generalmente come complicanza dell'appendicite che può diventare mortale; cani e gatti non hanno l'appendice, ma ci sono tutta una serie di altre cause che possono portare esattamente alla stessa conseguenza.

È importante per il padrone conoscerla e saperne riconoscere i sintomi, perché nel caso in cui l'animale ne fosse affetto l'intervento deve essere tempestivo.

NB: in questo articolo non parleremo di FIP o Peritonite Infettiva del Gatto, una malattia infettiva virale a cui dedichiamo una scheda apposita.

Che cos'è

La peritonite, semplicemente, è l'infiammazione del peritoneo. Semplice da capire se sappiamo cos'è, precisamente, il peritoneo.

Immaginate di traslocare e di mettere tutti i soprammobili di vetro che avete in casa in uno scatolone. Per evitare che si rompano metto nello scatolone un foglio di plastica per imballaggi che ricopre completamente la parte interna dello scatolone (quello con le bolle che "scoppiettano"). Poi, prima di mettere ogni soprammobile, lo avvolgo a sua volta nella plastica per imballaggi. In questo modo nessun soprammobile tocca mai gli altri soprammobili o lo scatolone.

Se nomino i soprammobili "fegato", "stomaco", "vescica", insomma con i nomi di tutti gli organi che si trovano in addome, il peritoneo è lo spazio che rimane tra un foglio di plastica da imballaggi e l'altro. Nel caso dello scatolone è pieno di aria, nell'organismo degli animali di liquido (non molto).

Immaginiamo di chiudere lo scatolone, così che il nostro peritoneo non avrà alcun contatto con l'ambiente esterno. Se un organo "fuori" dallo scatolone (che è la cavità addominale) si infetta, non avremo conseguenze nel peritoneo. Se un soprammobile (un organo) si infetta non avremo comunque problemi nel peritoneo perché è circondato dalla plastica per imballaggi. Se un organo si infetta così tanto da perforare la plastica l'infezione si propagherà nello spazio tra gli organi, il peritoneo appunto, che dovrebbe rimanere sterile per tutta la vita. Questa è la peritonite.

Le cause

Le cause possono essere le più varie, e dipendono sempre dalla rottura di un organo o da una perforazione esterna che ha "bucato" la nostra plastica da imballaggi.

Può essere dovuta ad una perforazione dell'intestino o dello stomaco perché l'animale ha mangiato un giocattolo o un pezzo di ferro che ha fatto danni; può essere dovuta ad una pancreatite, una gravissima infiammazione del pancreas che si auto-digerisce; può anche essere dovuta ad una ferita piuttosto profonda che ha messo in contatto l'ambiente esterno con il peritoneo, come una coltellata piuttosto profonda in addome; può essere dovuto alla rottura della vescica, generalmente conseguenza di un incidente; qualsiasi cosa, insomma, metta il peritoneo in contatto con qualcos'altro.

Il problema è che il peritoneo è sterile, ha solamente pochi ml di liquido puro che "trasuda" dai vasi sanguigni che attraversano la cavità addominale. Anche un foro piccolo piccolo, in questo modo, può far entrare dei batteri nella cavità che è praticamente priva di difese. I batteri iniziano a moltiplicarsi in modo del tutto in controllato, ed è qui che arriva il dolore ma anche la pericolosità della malattia, perché così tanti batteri possono tranquillamente infettare tutto l'organismo.

 

I sintomi

Tralasciando il caso dell'incidente, in cui ci saranno anche altri problemi e la peritonite verrà diagnosticata direttamente dal veterinario, nei casi più subdoli come quello dell'ingestione di un giocattolo o della pancreatite dobbiamo saper riconoscere i sintomi.

Peritonitis in dogs

Per prima cosa, l'animale sarà abbattuto e potrebbe presentare febbre, insomma vediamo che non sta bene. Poi avrà fortissimo dolore addominale, che lo indurrà a mettersi in posizione "a sfinge" per sentire meno dolore possibile. Sarà difficile avvicinarci e toccargli la pancia, ma se riusciremo vedremo che il cane o il gatto, anche ad una pressione leggerissima, guairà o miagolerà perché ha dolori lancinanti.

A seconda delle cause possiamo avere anche vomito, ma non è una componente fondamentale del problema.

Il trattamento

Purtroppo si tratta di uno di quei casi in cui, a parte correre dal veterinario più vicino, non possiamo fare molto.

Sarà poi il medico a stabilire la presenza di peritonite e le cause che la determinano; in certi casi, come la perforazione dell'intestino, l'animale dovrà essere sottoposto ad un intervento chirurgico per sistemare le cose.

In ogni caso verrà eseguita un'analisi del liquido del peritoneo per capire cosa, di preciso, ci sia dentro, quindi verrà effettuato un lavaggio immettendo con una siringa del liquido sterile e prelevando il liquido "sporco".

Verrà poi prescritta una terapia antibiotica apposita e verranno reintegrati i liquidi persi grazie alle flebo, così da evitare il peggio e portare il nostro amico ad una ripresa totale dopo qualche tempo.

 

Vota questo articolo
(1 Vota)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

 
 

SocialDogCat usa la politica di cookie per migliorare la vostra esperienza. Ok ho capito

×

In omaggio per te un ebook: il manuale di pronto soccorso, che spiega cosa fare nelle situazioni di emergenza con gli animali domestici.