Perché il gatto fa le fusa?

Le fusa sono una delle caratteristiche più speciali dei nostri gatti. Ma come fanno a produrle e qual è il loro significato? Scopriamolo insieme.

Come si producono le fusa?

Le fusa vengono prodotte molto spesso non solo dal gatto, ma anche da molti altri felini, come la lince o il ghepardo. Quello che udiamo dall’esterno è il tipico “ron ron” che tanto piace ai proprietari, perché da sempre è visto come un simbolo di affetto da parte del gatto.

In realtà il suono che riusciamo a percepire quando il gatto fa le fusa è il risultato di una serie di avvenimenti che si verificano all’interno del suo organismo. Nel corso degli anni sono state avanzate molte ipotesi per spiegare il funzionamento delle fusa, ma al momento le tesi più accreditate sono solo due.

La prima è quella secondo cui le fusa corrisponderebbero a delle vibrazioni prodotte dal sangue che scorre nelle grandi vene che portano il sangue al cuore.

La seconda invece afferma che le fusa sarebbero generate dalla ripetizione di alcuni eventi che coinvolgono il diaframma e le corde vocali. Quando il gatto respira, l’aria viene emessa a gran velocità attraverso le corde vocali, facendole vibrare, con una serie di movimenti alternati.

Fino a pochi anni fa si riteneva che i gatti fossero dotati di un altro paio di corde vocali, anche se questa teoria non è stata opportunamente dimostrata.

Perché i gatti fanno le fusa?

Alcuni proprietari resteranno delusi dalle spiegazioni che andremo a vedere più avanti.

Contrariamente alle credenze popolari, infatti, i gatti non farebbero le fusa per comunicare al proprio “umano” affetto e stima, ma per una lunga serie di motivi completamente diversi. Vediamoli nel dettaglio.

  • Per comunicare con mamma gatta: mamma gatta comincia a fare le fusa già al momento del parto, per stimolare i piccoli ad avvicinarsi al suo corpo per nutrirsi. Al tempo stesso, anche i gattini emettono le fusa a soli due giorni di vita, soprattutto mentre vengono allattati, probabilmente per comunicare alla madre che stanno bene;gattino fa le fusa con mamma gatta

  • Per alleviare il dolore e lo stress: un aspetto che dovrebbe farci riflettere è che il gatto fa le fusa anche quando non sta bene. Alcuni felini, infatti, quando avvertono dolore o si sentono particolarmente agitati, possono cominciare a fare le fusa senza che altre persone o animali siano nei paraggi. Sembra, infatti, che le fusa siano in grado di stimolare il rilascio di sostanze antidolorifiche da parte del cervello;

  • Per rilassarsi: fino a pochi anni fa si riteneva che le fusa avessero unicamente uno scopo comunicativo. I gatti fanno le fusa per inviare un messaggio all’uomo o ad altri animali. Secondo le teorie più recenti, invece, i felini potrebbero fare le fusa semplicemente per se stessi. Questa ipotesi potrebbe essere confermata dal fatto che la frequenza delle fusa (25-50 Hz) è molto simile a quella che si può registrare sul nostro cervello quando siamo rilassati. Producendo le fusa, quindi, il gatto non fa altro che cercare di rilassarsi, coinvolgendo indirettamente chiunque si trovi nei paraggi. Ecco perché quando siamo vicini al nostro gatto, ci sentiamo magicamente più tranquilli;

  • Per regressione allo stadio infantile: quando il gatto "fa la pasta" e comincia a produrre il tipico "ron ron" senza che ci sia nessuno dei paraggi, probabilmente è talmente rilassato ed assopito, che sta immaginando di essere ancora un piccolo, dolce gattino appena nato, accanto alla pancia della propria mamma;
  • Per riparare le ossa: secondo le scoperte più recenti la frequenza delle fusa del gatto potrebbe anche stimolare la guarigione delle ossa in caso di fratture o di altri disturbi articolari. Questa teoria potrebbe confermare la credenza popolare secondo cui i gatti guarirebbero più in fretta rispetto agli altri animali. Probabilmente i gatti non hanno davvero sette vite, ma sicuramente hanno una marcia in più.

Alla luce di queste nuove informazioni, alcuni di noi continueranno a confermare senza alcun dubbio che Fuffi faccia le fusa semplicemente perché ci vuole bene, ma a prescindere dalle conclusioni, non possiamo che meravigliarci ancora una volta di fronte alle innumerevoli capacità che rendono i gatti così speciali.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

 
 

SocialDogCat usa la politica di cookie per migliorare la vostra esperienza. Ok ho capito

×

In omaggio per te un ebook: il manuale di pronto soccorso, che spiega cosa fare nelle situazioni di emergenza con gli animali domestici.