Nutraceutici, di cosa si tratta?

Una delle scelte alimentari di cui si sta sentendo molto parlare nell’ultimo periodo è la nutraceutica, una delle migliori soluzioni in caso di problemi di salute degli animali. Vediamo cosa sono gli alimenti e gli integratori nutraceutici e come funzionano.

Cosa sono

Il termine “nutraceutico” deriva dalla fusione di altre due parole molto comuni, “nutrizione” e “farmaceutica”. Questo vuole dire che all’interno di questa categoria rientrano tutte quelle soluzioni alimentari che mirano a risolvere una serie di condizioni e patologie attraverso l’utilizzo di sostanze che possono agire con la stessa efficacia di un farmaco.

In poche parole, quando somministriamo al cane o al gatto un rimedio nutraceutico, non facciamo altro che garantire il suo benessere e la sua salute partendo dall’intestino.

Anche nella nostra vita di tutti i giorni possiamo trovare molti rimedi nutraceutici, come i probiotici, gli integratori di Omega-3, gli antiossidanti e le vitamine, così come alcuni rimedi erboristici e fitoterapici.

Le linee nutraceutiche per animali comprendono solitamente sia dei mangimi specifici che degli integratori in compresse o paste appetibili, da utilizzare insieme o separatamente.

La caratteristica di questi prodotti è quella di garantire non solo le sostanze nutritive fondamentali per la salute dell’organismo, ma anche una serie di sostanze naturali o integratori, in grado di alleviare o risolvere un gran numero di disturbi e patologie.

Come funzionano

Gli alimenti e gli integratori nutraceutici presentano ingredienti con caratteristiche precise e mirate per il tipo di problema verso il quale sono indirizzate.

cane tra fiori erba

Per quanto riguarda i rimedi erboristici, molti prodotti nutraceutici contengono alcune piante benefiche per l’organismo, ad esempio:

  • Echinacea: per rinforzare le difese immunitarie;

  • Melissa, tiglio e biancospino: per ridurre la tensione, l’ansia o l’aggressività;

  • Cardo Mariano: per la bellezza del pelo e la salute del fegato;

  • Aloe vera: pianta miracolosa, dalle innumerevoli proprietà benefiche;

  • Melograno: contrasta infiammazioni e tumori grazie alle proprietà antiossidanti;

  • Curcuma: è un potente antinfiammatorio naturale.

Allo stesso tempo, i nutraceutici comprendono anche una serie di principi attivi “naturali”, cioè normalmente contenuti nella maggior parte degli alimenti e persino all’interno del nostro corpo. Tra questi troviamo:

  • Omega-3 e Omega-6: il loro rapporto deve essere sempre di 1:1, al massimo 1:2 per non creare gravi disfunzioni nell’organismo;

  • Triptofano: da questo aminoacido si ricava la serotonina, un’importante molecola che garantisce la giusta funzionalità del sistema nervoso e mantiene elevato il tono dell’umore;

  • Vitamine: non devono mai mancare nella dieta quotidiana dei nostri animali. In particolare, le vitamine del gruppo A e B sono essenziali soprattutto per il gatto. Alcuni alimenti e integratori nutraceutici contengono estratti naturali ricchi di vitamine, come il lievito di birra, che contiene molte vitamine del gruppo B;

  • Probiotici: sono i classici fermenti lattici, la cui integrazione può essere utile in presenza di disturbi gastrointestinali.

Gli alimenti nutraceuticialimenti integratori nutraceutici animali

Alcune aziende che si occupano del pet food, hanno messo a punto una vasta gamma di mangimi nutraceutici, specifici per molti problemi del cane e del gatto.

Grazie ai rimedi fitoterapici e agli integratori in essi contenuti, è possibile alleviare o risolvere un gran numero di condizioni, come le dermatiti, i problemi articolari, per depurare l’organismo, per i disturbi gastrointestinali e per molti altri aspetti.

Inoltre, bisogna considerare anche l’importanza degli alimenti nutraceutici dal punto di vista delle intolleranze alimentari. Questo problema è sempre più diffuso tra i nostri animali, per cui aumentano in modo esponenziale i proprietari che chiedono una soluzione specifica per aiutare cani e gatti.

Alcuni mangimi uniscono i benefici offerti dagli alimenti monoproteici, a quelli della nutraceutica. In questo modo si può andare a ricercare la fonte alimentare verso cui l’animale è allergico o intollerante, aiutando al tempo stesso a ridurre l’infiammazione dell’apparato digerente e di tutto il corpo che si è sviluppata giorno dopo giorno.

Se siete interessati a saperne di più riguardo gli alimenti nutraceutici, chiedete un consiglio al vostro veterinario, che potrà indirizzarvi verso il mangime o l’integratore ideale per il vostro amico a quattro zampe.

Vota questo articolo
(2 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

SocialDogCat usa la politica di cookie per migliorare la vostra esperienza. Ok ho capito

In omaggio per te un ebook: il manuale di pronto soccorso, che spiega cosa fare nelle situazioni di emergenza con gli animali domestici.