Cosa usare per trasportare cani e gatti in auto

La maggior parte dei proprietari di cani porta spesso in macchina il proprio amico a quattro zampe, per piacere o per necessità. Anche i gatti in alcuni casi richiedono un trasporto efficace e sicuro, soprattutto per le visite dal veterinario o per brevi viaggi e vacanze. Quello che dobbiamo fare è assicurarci che lo spostamento possa avvenire senza rischi per noi, ma anche per loro, seguendo alcuni consigli. Vediamoli insieme.

Come abbiamo visto nell’articolo specifico, le normative sul trasporto degli animali in auto sono molto chiare. Se vogliamo far viaggiare con noi un solo cane o gatto, possiamo lasciarlo libero nell’abitacolo, affidandoci sempre al nostro buonsenso. Questo vuol dire che se Fido è un tipo tranquillo, abituato agli spostamenti in auto, possiamo farlo accomodare sui sedili posteriori, senza ricorrere al bagagliaio o al trasportino. Al contrario, se si tratta di un gatto o di un cane vivace, poco abituato a viaggiare, sarebbe preferibile l’utilizzo di alcuni supporti protettivi.

Tra i metodi più utilizzati per agevolare il trasporto in automobile, possiamo scegliere tra:gatto con cintura sicurezza auto

  • Cinture di sicurezza per cani: si tratta di apposite strisce in nylon dotate di una doppia chiusura. Da un lato si possono agganciare al collare o alla pettorina, come un normale guinzaglio, mentre dal lato opposto troviamo una chiusura particolare, identica a quella delle normali cinture di sicurezza in dotazione con l’automobile. Per una maggiore sicurezza, è possibile acquistare anche una speciale pettorina, più avvolgente e comoda rispetto ai normali modelli da passeggiata. Non tutti i cani riescono a sopportare la cintura di sicurezza, perché spesso si sentono costretti e limitati nei movimenti. In ogni caso si tratta di un problema facilmente risolvibile con un po’ di abitudine;

  • Divisori per auto: sono sicuramente una delle soluzioni più sicure. Possono essere mobili o fissi, a seconda delle esigenze e del modello dell’auto. I modelli mobili sono più indicati per gli spostamenti poco frequenti, e possono essere applicati sia agli appositi sostegni laterali sulla carrozzeria, sia ai poggiatesta. I modelli fissi, invece, seppure più resistenti, vanno obbligatoriamente dichiarati presso la Motorizzazione Civile. In commercio possiamo trovare dei divisori con caratteristiche diverse in base al punto in cui vogliamo applicarle. Per esempio, possiamo decidere di utilizzarle per creare uno spazio nel bagagliaio oppure tra i sedili anteriori e posteriori. Alcuni modelli, inoltre, sono regolabili in altezza e in larghezza, per garantire una maggiore sicurezza. I divisori sono ottimi per il trasporto degli animali, perché offrono una grande libertà di movimento, proteggendo al tempo stesso i passeggeri;

  • Rete protettiva: si tratta di una soluzione economica e molto semplice da applicare. È una rete non elastica, che viene agganciata ai quattro angoli con dei supporti fissi o mobili. È il rimedio ideale per chi desidera trasportare animali piuttosto calmi, rispettando le normative;rete sicurezza cani gatti auto

  • Kennel, trasportino o gabbia: è il metodo più indicato soprattutto per i gatti. Il classico trasportino o kennel è generalmente in plastica rigida, con diverse fenditure per l’aria ed uno sportellino apribile sulla parte anteriore. In alternativa possiamo scegliere una gabbia in metallo, più resistente e meno “claustrofobica” rispetto al trasportino. Sono disponibili entrambi in molte dimensioni, da quelle minime per conigli e gattini fino a quelle per cani di taglia grande e gigante;

  • Borse: molto utili per gatti e cani di piccola taglia. Si possono fissare temporaneamente al sedile anteriore o posteriore, e sono generalmente realizzate in materiale morbido o semirigido, con numerose aperture per l’aria e per consentire all’animale di guardare all’esterno;

  • Coprisedile: soluzione alternativa, poco adatta per cani vivaci o di taglia grande. Si aggancia sia ai sedili anteriori che a quelli posteriori, creando un rivestimento “a barca” che al tempo stesso protegge la tappezzeria ed impedisce all’animale di raggiungere la parte anteriore del veicolo.

Per agevolare l’ingresso in auto, soprattutto se si tratta di cani timorosi, di taglia piccola o con problemi articolari, possiamo acquistare una rampa apposita, da sistemare in diagonale tra l’asfalto e il bagagliaio.

Questi sono i principali metodi utilizzati per trasportare gli animali in auto. In ogni caso, prima di servircene, dobbiamo dare ai nostri amici a quattro zampe il tempo di abituarsi a questi oggetti, ai loro occhi così strani e poco comprensibili.

Se il cane o il gatto proprio non ne vogliono sapere di entrare nell’auto, possiamo seguire i consigli proposti in questo articolo.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

 

SocialDogCat usa la politica di cookie per migliorare la vostra esperienza. Ok ho capito

In omaggio per te un ebook: il manuale di pronto soccorso, che spiega cosa fare nelle situazioni di emergenza con gli animali domestici.