Guida pratica al taglio delle unghie nel cane

Il taglio delle unghie nel cane è probabilmente la parte più importante della toelettatura. Infatti, tutti i proprietari che sottopongono regolarmente il proprio cane al lavaggio professionale, sapranno sicuramente che oltre al bagno e alla “spuntatina” del pelo, un bravo toelettatore controlla sempre lo stato delle unghie.

In condizioni normali, il cane riesce a tenere sotto controllo la lunghezza delle proprie unghie in modo automatico. Il contatto con l’asfalto ruvido e gli scavi delle aiuole in giardino sono solo alcuni degli aspetti che aiutano il cane a limare le proprie unghie in maniera naturale.

Per questo motivo, se le unghie sono troppo lunghe, probabilmente può solo significare che voi e il vostro cane non dedicate abbastanza tempo alla passeggiata e al gioco all’aperto. Lo stesso discorso vale per i cani più anziani, che non hanno le stesse energie e la stessa voglia di correre e camminare a lungo.

In questi casi sarà opportuno intervenire direttamente sulle unghie del proprio cane, ricorrendo all’aiuto del veterinario o di un esperto. Si tratta di un’operazione che potete fare anche voi in qualunque momento.

In questa guida forniremo le risposte alle domande più frequenti.

“Come mi accorgo se le unghie del mio cane sono troppo lunghe?”

La risposta a questa domanda è molto semplice. Un primo suggerimento è quello di affidarvi alla vista e all’udito. Mettetevi sul pavimento all’altezza del vostro cane. Se le unghie hanno la giusta lunghezza, saranno orientate in avanti e non verso il basso, distanziandosi di almeno due o tre millimetri dal pavimento. Se invece le unghie riescono a raggiungere il pavimento o addirittura tendono a curvarsi all’indietro verso i polpastrelli, allora sono da tagliare.tagliare-unghie-al-cane-con-tagliaunghie

Un altro consiglio è quello di ascoltare il rumore dei passi del vostro cane. Il suono ideale dovrebbe essere abbastanza ovattato, perché determinato dal contatto dei polpastrelli con il pavimento. Se invece le unghie sono troppo lunghe, toccheranno la superficie liscia del pavimento ad ogni passo, generando il classico ticchettio.

Una volta eseguito questo primo test, potete procedere con l’esame delle unghie.

L’unghia del cane ha una tipica forma a cono, all’interno del quale potrete notare la presenza di un’altra struttura conica di colore rosa chiaro. Questa zona rappresenta la porzione innervata dell’unghia, all’interno della quale scorrono i vasi sanguigni e i nervi. Tagliando accidentalmente in questo punto, il vostro cane avvertirà molto dolore e provocherete un abbondante sanguinamento.

Per questo è molto importante posizionarsi in modo tale da riuscire ad individuare le singole parti dell’unghia, ancora prima di procedere con il taglio. Provate a prendere confidenza per diversi giorni con le unghie del vostro cane, magari quando siete sul divano davanti alla televisione. In questo modo potrete localizzare più facilmente il punto in cui tagliare, quando sarà il momento, ed inizierete ad abituare il vostro cane a farsi manipolare le zampe.

In alcuni cani l’unghia può essere completamente scura, al punto da impedire la localizzazione della zona rosa chiaro. Come fare in questi casi? Niente paura, vi basterà limitarvi a tagliare solo di pochi millimetri la punta delle unghie, senza spingervi troppo oltre. Potreste aiutarvi con una torcia per analizzare meglio l’unghia. Per essere certi di non sbagliare, in alternativa potreste utilizzare una lima rigida da strofinare poco per volta sulla punta dell’unghia.

"Cosa devo fare per tagliare le unghie?"

Una volta che avrete preso confidenza con le unghie del vostro cane, potrete procedere al taglio seguendo pochi, semplici passaggi.

  • Non agitatevi: chi di noi si farebbe mai operare da un chirurgo talmente agitato da non riuscire nemmeno a tenere fermo il bisturi tra le mani? Per il cane è la stessa cosa. Se vi vedrà in preda all’ansia, scapperà via impaurito. Quindi restate calmi ed infonderete sicurezza anche al vostro cane. Se necessario, tranquillizzatelo con un tono di voce calmo e dolce e toccategli le zampe, premiandolo spesso con dei biscottini per cani;

  • Prendete confidenza con il tagliaunghie: sceglietene uno adatto alle dimensioni delle unghie del vostro cane. In commercio ne esistono diversi tipi, a ghigliottina, forbici o tronchesino. Fatevi consigliare dal negoziante di fiducia. Valutatene tutti gli aspetti, ad esempio quanta forza dovrete impiegare per fare un taglio rapido e preciso;

  • Posizionate il tagliaunghie:tagliare sperone al cane separate l’unghia da tagliare dalle altre, quindi posizionate il tagliaunghie in modo che includa tutta la porzione che andrete a tagliare. Non vi avvicinate di più di 2 millimetri alla zona rosa chiaro;

  • Tagliate: una volta che il tagliaunghie sarà perfettamente posizionato, tagliate con un gesto rapido e deciso;

  • Limate: eliminate le parti appuntite dell’unghia con una lima rigida da strofinare delicatamente sulla superficie appena tagliata;

  • Non dimenticate di premiare il vostro cane!

Un punto fondamentale del taglio delle unghie, spesso trascurato dai proprietari, è lo sperone. Questo è localizzato nella parte laterale interna della zampa, più in alto rispetto alle altre unghie, e rappresenta l’equivalente del nostro pollice. Non tutti i cani ce l’hanno, per cui non preoccupatevi se nel vostro cane riuscite a contare solo quattro unghie. Lo sperone può essere presente solo nelle zampe anteriori o posteriori, oppure in tutte e quattro.

Proprio per la posizione in cui si trova lo sperone, spesso non riesce ad essere soggetto alla stessa usura delle altre unghie. Per questo tende ad incurvarsi spesso, fino ad incarnirsi nel polpastrello. Prima che questo si verifichi, è bene regolare anche la lunghezza dello sperone. Per farlo, è sufficiente applicare lo stesso metodo previsto per il taglio delle altre unghie.

“Dopo il taglio, l’unghia del mio cane ha iniziato a sanguinare. E adesso cosa faccio?”

Per prima cosa, non fatevi prendere dal panico. Probabilmente avete tagliato anche la porzione vascolarizzata dell’unghia. Poggiate un batuffolo di cotone imbevuto di disinfettante sull’unghia sanguinante. Successivamente potrete applicare una polvere cicatrizzante, che ridurrà i tempi necessari per fermare la fuoriuscita di sangue.

Se nei giorni successivi doveste notare gonfiore e presenza di pus, o se il cane non riuscisse ad appoggiare la zampa sul pavimento, contattate subito il vostro veterinario, perché la ferita potrebbe essersi infettata.

“Quando non devo tagliare le unghie del mio cane?”

La lunghezza delle unghie andrebbe regolata in quasi tutte le circostanze. Ci possono essere, però, alcuni casi in cui potrebbe essere controproducente tagliarle da soli, ad esempio:

  • Le unghie sono già troppo corte;

  • Le unghie sono scure e non sapete dove tagliare;

  • Le unghie sono molto curve e spesse;

  • Una o più unghie sono incarnite.

In questi casi dovrete rivolgervi al vostro veterinario, per non rischiare di provocare dolore e sanguinamenti nel cane.

“Perché è importante tagliare le unghie?”

Le unghie del cane possono andare incontro a diverse patologie, che spesso rappresentano il campanello d’allarme per condizioni più o meno gravi. Vediamo le principali:cane unghie lunghe

  • Unghia incarnita: se l’unghia è troppo lunga può raggiungere il polpastrello, continuando a crescere al suo interno. In questo caso bisogna intervenire subito, per evitare che la pelle si infetti, provocando molto dolore al cane;

  • Rottura dell’unghia: quando le unghie sono fragili, possono spezzarsi anche in seguito a sollecitazioni abbastanza lievi. La causa potrebbe essere semplicemente di origine traumatica, ad esempio se il cane ha urtato contro una superficie molto dura, oppure potrebbe trattarsi di un’infezione delle unghie. Consultate il vostro veterinario se le unghie si spezzano frequentemente;

  • Allergie alimentari: se il cane è allergico ad uno o più alimenti, tra i vari sintomi che potrebbero manifestarsi rientra anche l’alterazione dell’aspetto delle unghie;

  • Infezioni micotiche: si tratta di infezioni da parte di funghi, proprio come quelle che possono colpire le nostre unghie o i nostri piedi. Le unghie affette da micosi appaiono ingiallite, ispessite e possono spezzarsi facilmente, fino a cadere nei casi più gravi. Se sospettate un’infezione di questo tipo, consultate il vostro veterinario, che saprà indicarvi la terapia più adatta;

  • Leishmaniosi: chi possiede un cane, probabilmente ha già sentito parlare di questa malattia. Si tratta di una patologia molto discussa, provocata dalla Leishmania, un microrganismo che riesce a raggiungere l’animale, “sfruttando” i pappataci, insetti simili alle zanzare. Se un pappatacio che ospita la Leishmania dovesse pungere il cane, potrebbe trasmettergli il microrganismo, infettandolo. Il classico sintomo della Leishmaniosi è l’”onicogrifosi”, ovvero la presenza di unghie molto lunghe, inspessite e che si incurvano su se stesse.

Se doveste notare particolari alterazioni nella forma, nel colore o nella consistenza delle unghie del vostro cane, parlatene con il vostro veterinario. Potrebbe trattarsi di un problema facilmente risolvibile, ma anche di una condizione più grave. Ricordate sempre che prevenire è meglio che curare.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

 
 

SocialDogCat usa la politica di cookie per migliorare la vostra esperienza. Ok ho capito

×

In omaggio per te un ebook: il manuale di pronto soccorso, che spiega cosa fare nelle situazioni di emergenza con gli animali domestici.