Cane che mangia troppo velocemente

La maggior parte dei cani tende a mangiare molto velocemente, arrivando in alcuni casi a non riuscire nemmeno ad aspettare che il proprietario finisca di riempire la ciotola. Questo atteggiamento non va affatto bene per la salute del cane, che potrebbe andare incontro a rigurgito, vomito e cattiva digestione. Per questo motivo, è molto importante abituarlo sin da cucciolo a mangiare con la giusta tranquillità. Vediamo come fare.

Cosa succede quando il cane mangia velocemente

La voracità nell’ingestione del cibo è un vero e proprio problema, sia dal punto di vista comportamentale che fisico.

Quando il cane mangia troppo velocemente, infatti, incorre in una serie di conseguenze. Prima di tutto, l’alimento ingerito in fretta non riuscirà ad essere digerito in modo giusto, per cui potrebbe raggiungere l’intestino in forme semi-digerite, creando problemi come diarrea, feci alterate, meteorismo e scarso assorbimento delle sostanze nutritive presenti nel cibo. Inoltre, uno dei principali effetti dell’ingestione rapida degli alimenti è legata soprattutto alla comparsa di rigurgito e vomito. Lo stomaco, che riceve un’eccessiva quantità di cibo in tempi molto brevi, reagisce cercando di espellerlo verso l’esterno, generalmente già dopo pochi minuti dal termine del pasto. A lungo andare, il vomito può creare delle alterazioni dello stomaco e dell’esofago, favorendo la comparsa di gastrite e reflusso gastroesofageo.

Ma non è tutto, perché una situazione di questo tipo può ritardare il raggiungimento del senso di sazietà. Quando mastichiamo, infatti, vengono inviati dei messaggi al nostro cervello, che percepisce la quantità di cibo ingerito in base al numero di masticazioni. Se masticassimo in poco tempo un pacchetto di cracker, dopo pochi minuti avremmo nuovamente fame. Al contrario, masticando a lungo il nostro cervello si sentirà più appagato e più sazio. La stessa cosa accade nel cane, per cui un cane particolarmente vorace avrà quasi sempre fame, a prescindere dalla quantità di cibo ingerito.

Qualche consiglio

Partiamo dal presupposto che si tratta di una situazione davvero molto frequente. Molti cani si comportano in questo modo soprattutto perché temono che la propria razione di cibo possa essere portata via da noi o da altri animali. Non a caso, i cani voraci sono soprattutto quelli che sono cresciuti o vivono ancora in allevamenti, canili o semplicemente con altri cani o gatti. La paura di vedersi sottrarre la pappa, li spinge ad ingurgitarla in tempi brevissimi.

Un errore tipico dei proprietari, che può favorire la comparsa di questo problema, è quello di maneggiare continuamente il cibo del cane, ritardandone l’ingestione. Questo atteggiamento è sbagliato, perché non servirà assolutamente a rallentare il momento del pasto, anzi. Al prossimo tentativo, il cane mangerà ancora più velocemente. Quindi evitate di spostare la ciotola, alternarla tra un cane e l’altro, giocare a far finta di dargli un biscottino, per poi toglierglielo.

Il momento del pasto, invece, dovrebbe essere strutturato in modo tale da calmare il normalissimo senso di eccitazione del cane, che non vede l’ora di raggiungere la ciotola, prima ancora di porgergliela. Per riuscirci, dovremmo lavorare soprattutto sull’autocontrollo del cane, aspetto non proprio semplice, ma possiamo comunque partire proprio da alcuni consigli molto semplici.

cane comando mangiaRiempiamo la ciotola con il suo alimento abituale prima di cominciare. Facciamo arrivare il cane, parlandogli con molta calma. Se cominciassimo a ripetere con entusiasmo “Corri, Fido, la pappa!”, scateneremmo proprio quel senso di eccitazione che vogliamo evitare. Con calma, facciamolo sedere e aspettiamo che smetta di abbaiare, uggiolare, saltellare e tutto ciò che riguarda l’eccitazione. Solo una volta che sarà perfettamente calmo, potremo iniziare a poggiare lentamente la ciotola verso il pavimento. Non appena torna a sollevarsi o tenta di avvicinarsi, riportiamola su, chiedendogli nuovamente di sedersi. Dovrà capire che saremo noi a dirgli quando potrà cominciare il pasto. Per i primi tentativi, è sufficiente che resti seduto anche per pochi secondi, ma l’importante è che la ciotola rimanga sul pavimento mentre il cane è fermo. Il segnale di inizio del pasto sarà “via!” o “mangia!”, come preferite. Quindi allontaniamoci, lasciamo che mangi da solo e torniamo dopo una decina di minuti per rimuovere la ciotola, che sarà ormai vuota. Non dovrà capire che gliela toglieremo durante il pasto, ma solo una volta terminato. È molto importante, in ogni caso, rimuovere la ciotola ogni volta che il cane ha mangiato, altrimenti corriamo il rischio che disimpari a mangiare ad orari regolari.

Possiamo anche utilizzare il comando "resta" prima di iniziare a poggiare la ciotola sul pavimento, alternandola al "via!" o "mangia!" quando potrà iniziare a mangiare.

Per rallentare l’assunzione del cibo, possiamo scegliere delle ciotole molto comode, disponibili nella maggior parte dei negozi per animali. Sono disegnate in modo da rendere più difficile l’ingestione dell’alimento, grazie alla presenza di piccoli blocchi all’interno, che il cane dovrà evitare per raggiungere la pappa. Ottimi anche i giocattoli che si possono riempire con il cibo, che però sono utili soprattutto per snack e bocconcini, piuttosto che per un pasto completo. Questi due metodi offrono anche l’enorme vantaggio di calmare il cane e di aumentare la sua capacità di concentrarsi sull’attività che sta svolgendo.

In alternativa, possiamo spargere le sue crocchette sul pavimento, piuttosto distanti l’una dall’altra, in modo che dovrà necessariamente ingerirle una alla volta.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

SocialDogCat usa la politica di cookie per migliorare la vostra esperienza. Ok ho capito

In omaggio per te un ebook: il manuale di pronto soccorso, che spiega cosa fare nelle situazioni di emergenza con gli animali domestici.