Le dieci regole per far mangiar bene il nostro cane

È proprio vero che la salute parte dall’intestino. Per questo motivo dobbiamo sempre assicurarci che l’apparato gastrointestinale del nostro cane sia sempre attivo e funzionale, partendo soprattutto dall’alimentazione. Ecco le dieci regole per far mangiare bene il nostro cane.

  1. Scegliamo solo alimenti di qualità: che la nostra scelta ricada sulla dieta casalinga o industriale, l’importante è prestare sempre attenzione alla qualità del cibo che mettiamo nella ciotola di Fido. Se optiamo per il fai-da-te, assicuriamoci di acquistare sempre ingredienti di qualità, garantendo sempre il giusto equilibrio tra le sostanze nutritive che compongono ogni singolo piatto. Se invece preferiamo la comodità dell’alimentazione industriale, ricordiamoci sempre la regola del rapporto qualità-prezzo. Un mangime che costa di più, sicuramente ci offre una maggiore qualità dal punto di vista degli ingredienti utilizzati e delle sostanze nutritive offerte;

  2. Occhio alla razione: il sovrappeso e l’obesità sono condizioni che a lungo andare possono provocare gravi squilibri per la salute del cane. Per questo motivo, è molto importante garantire sempre una razione giornaliera equilibrata, che andrebbe valutata insieme al nostro veterinario in base all’età, alla razza, al peso e allo stile di vita del nostro amico a quattro zampe. L’ideale sarebbe riempire la ciotola di Fido due volte al giorno, possibilmente mattina e sera, senza esagerare con la razione. Inoltre, se il cane non ha svuotato completamente la ciotola, non lasciamola a sua disposizione. Piuttosto togliamola e conserviamola per il pasto successivo;

  3. Stabiliamo l’ora del pasto: uno dei consigli principali dei nutrizionisti “umani” è quello di rispettare sempre degli orari fissi per ogni pasto principale, in modo da garantire all’organismo una certa stabilità. La stessa cosa vale anche per il cane, per cui stabiliamo un orario preciso per la pappa, che dovremo rispettare tutti i giorni. Ricordiamo che offrire la cena dopo una certa ora potrebbe stimolare i bisogni fisiologici del cane mentre stiamo beatamente dormendo. Quindi valutiamo attentamente quali sono le fasce orarie migliori sia per noi che per Fido;

  4. Assicuriamogli la giusta quantità di acqua: per quanto possa sembrare scontato, questo consiglio fondamentale non viene sempre rispettato dai proprietari. Ricordiamoci di lasciare sempre a disposizione del nostro cane una ciotola di acqua fresca e pulita. Se l’acqua del nostro rubinetto è piuttosto calcarea, lasciamola solo per il lavaggio delle stoviglie, acquistando acqua imbottigliata o depurata per il nostro amico a quattro zampe. Per stimolare l’assunzione di liquidi da parte del cane, possiamo anche acquistare delle comode fontane che filtrano continuamente l’acqua, creando movimenti particolarmente attrattivi per gli animali;

  5. No agli spuntini e al cibo dalla nostra tavola: il primo nemico della linea del cane è sicuramente il cibo allungato dai proprietari durante il pasto. Purtroppo pochi di noi riescono a resistere agli occhi dolci e supplicanti di Fido, quando poggia il muso sulle nostre gambe per reclamare del cibo appetitoso. E lui lo sa perfettamente! Cerchiamo però di resistere, per il bene della linea e della salute del nostro amico;

  6. Scegliamo un alimento adeguato: in commercio esistono mangimi di tutte le marche e per tutte le esigenze. Ormai non esiste una patologia o una caratteristica per la quale non sia stato realizzato un alimento specifico. Possiamo trovare mangimi per cani di taglia piccola e gigante, a pelo lungo o a pelo corto, con l’intestino delicato o con lo stomaco d’acciaio, con la vescica debole o con la vescica pigra. Chiediamo un consiglio al nostro veterinario;

  7. Ricordiamoci di pulire le ciotole: anche il cibo per cani può deteriorarsi se rimane esposto all’aria o al calore troppo a lungo. Ricordiamoci quindi di lavare spesso le ciotole del nostro cane, per rimuovere perfettamente eventuali residui di cibo. Dare da mangiare al cane un alimento scaduto o alterato può creare diversi problemi, dalla diarrea a gravi infezioni e intossicazioni alimentari;

  8. Rivolgiamoci al nostro veterinario: dopo averci chiesto delle accurate informazioni e dopo un’attenta visita del nostro cane, il veterinario potrà consigliarci un’alimentazione specifica per garantire il benessere di Fido;

  9. Occhio alle allergie e alle intolleranze alimentari: questo problema sta diventando sempre più diffuso tra i cani e i gatti. La maggior parte dei problemi gastrointestinali e dermatologici, infatti, potrebbero essere risolti semplicemente scegliendo un alimento monoproteico o nutraceutico, che riduca al minimo il rischio di allergie o intolleranze alimentari. Chiedete un consiglio al vostro veterinario;

  10. I cibi “umani” non sempre vanno bene per Fido: salumi, dolciumi, cipolle e frittura non vanno assolutamente bene per l’organismo del cane. Facciamo sempre attenzione alla lista dei cibi pericolosi per il cane, per evitare che la sua salute possa risentirne.

Questi sono i dieci consigli più importanti, ai quali sicuramente andrebbero aggiunti molti altri più specifici. In sostanze, ricordiamo di applicarli tutti i giorni, per garantire al nostro cane una salute impeccabile a partire dalla ciotola.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

SocialDogCat usa la politica di cookie per migliorare la vostra esperienza. Ok ho capito

In omaggio per te un ebook: il manuale di pronto soccorso, che spiega cosa fare nelle situazioni di emergenza con gli animali domestici.